la nostra missione è di aiutare
chi ne ha bisogno

Congregazione


Download

Scarica la brochure informativa in formato PDF

download »

Storia congregazione

La Congregazione delle "Suore di Gesù Crocifisso" è una creatura voluta e sostenuta da monsignor Fra Giovanni Maria Sanna, vescovo di Gravina e Irsina (1922-1953), per alleviare lo stato sociale delle diocesi. Colse di buon auspicio la disponibilità di Lucia Saracino, Nella Corno Cometti, Margherita Gagliardi, desiderose di dar vita ad una Congregazione di suore sotto la Regola del Terzo Ordine Regolare Francescano "nella stretta osservanza della povertà evangelica, insieme lavorando e continuando l'apostolato assistenziale e religioso al quale già da anni attendevano".



Nel 1929 monsignor Sanna accolse con entusiasmo il progetto delle pie donne e con lettera del 25 aprile autorizzò loro a dar vita alla Congregazione 'Tiglie di Gesù Crocifisso". Dal l' Maggio dello stesso anno iniziò la vita comunitaria presso la casa Meninni in via Federico Meninni, dove il 10 aprile 1931 presero l'abito religioso suor Maria Lucia Saracino, superiora, suor Maria Beatrice Corno Cometti, suor Margherita Gagliardi.
Le "Figlie di Gesù Crocifisso" esercitarono la loro missione nelle diocesi di Gravina e Irsina dedicandosi "all'assistenza a domicilio ai tubercolosi, all'apostolato della parola e dell'esempio nei rioni più poveri di Gravina, Piaggio e Fondovito, all'assistenza ad un orfanotrofio maschile a Gravina e femminile ad Irsina, all'assistenza alla maternità e all'infanzia".


L'efficace e meritevole azione evangelica non convinse la Congregazione dei Religiosi, che ordinò al vescovo di non continuare le consacrazoni di altre suore. Monsignor Sanna riuscì a conquistare la fiducia della Santa Sede, che nel 1948 autorizzò la istituzione canonica delle "Suore di Gesù Crocifisso" con le regole stilate dallo stesso vescovo. La Congregazione ebbe la sua sede nell'ex convento "San Felice" dei Padri Cappuccini, dove aumentò il numero delle suore e si moltiplicarono le attività interne ed esterne.
Nel 1951 alcune suore della "Casa San Felice" si trasferirono nel palazzo Angelastro, dove fu eretta canonicamente la nuova sede delle Religiose, denominata "Casa del SS. Nome di Gesù". Qui avviarono la Scuola Materna, che prese il nome della benefattrice "Cecilia Angelastro". Dalla casa di Gravina partirono suore missionarie, che fondarono altre case in Italia e in Brasile. Oggi la Casa generalizia ha sede a Palese (BA).